L’arte di lasciarsi andare: età e sviluppo

L’arte di lasciarsi andare: età e sviluppo

In molte tradizioni, gli anziani sono considerati saggi. Qual è la fonte di questa saggezza – è solo nella quantità degli anni passati?

Lo psicologo Steve Taylor dice perché con l’età le persone spesso diventano più spirituali e conoscono la vita ciò che è inaccessibile ai giovani.

Qualche mese fa, ho completato uno studio relativo agli obiettivi. Abbiamo definito sette tipi di obiettivi:

  • Mancanza di obiettivo;
  • sopravvivenza;
  • obiettivo religioso;
  • accumulo di denaro o acquisizione di stato e potere;
  • altruistico (idealista);
  • sviluppo

    Il “inferiore”, oltre ai segni di questo “stato fluttuante”, si nota l’eccitazione dei recettori della corteccia prefrontale del cosa non fare in una relazione i 7 migliori errori Ciò accade in quei momenti in cui le circostanze esterne richiedono molta attenzione. Allo stesso tempo, i piogge diminuiscono e appare un senso di pace, è riportato nello studio.

    spirituale e creativo;

  • Transpersonal (Ministero di un obiettivo spirituale).

Siamo riusciti a giungere a conclusioni interessanti. Quindi, si è scoperto che l’importanza del denaro, dello stato e del potere diminuisce con l’età e gli obiettivi transpersonali, al contrario, stanno diventando più rilevanti. Nella fascia più avanzata (65+), le persone spesso si stabiliscono obiettivi spirituali rispetto al gruppo più giovane (18-30 anni). È anche degno di nota il fatto che le donne sono più orientate agli obiettivi transpersonali rispetto agli uomini.

Abbiamo anche trovato una connessione tra i tipi di obiettivi e il livello di felicità. I soggetti che non hanno obiettivi chiari e coloro che si prendono cura solo della sopravvivenza sono meno felici di quelli che cercano lo sviluppo di sé, aiutano gli altri e gli obiettivi spirituali di servizio. Coloro che si sono messi in prima linea negli obiettivi transpersonali, più spesso altri affermano di essere soddisfatti della vita.

Perché gli obiettivi cambiano con l’età?

Qual è il motivo per cui con l’età le persone gravitano per gli obiettivi transpersonali di più? Siamo davvero più spirituali per la vecchiaia?

Lo psicologo svedese Lars Thornstham è d’accordo con questo: crede che l’invecchiamento sia il processo di sviluppo spirituale. I suoi studi hanno dimostrato che dopo 65 anni circa il 20% delle persone (spesso le donne) guadagnano “trascendenza cosmica”, cioè si sentono in contatto con l’universo e sono in grado di stabilire contatti con persone che sono fisicamente molti chilometri da loro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are makes.